L’attuale situazione emergenziale che vive il nostro territorio, causata dal Coronavirus, ha inevitabilmente colpito anche il settore dell’artigianato e del fatto a mano.
Una sofferenza, quella del “handmade in Italy“, che sarà presente per molto tempo e che porterà a radicali cambiamenti.

Nonostante ciò è bene ricordare come da sempre, specialmente in Italia, sono stati gli artisti a risollevare il tessuto economico-sociale.

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. (Albert Einstein)

artigiano legno servizio traforo oggetti in-legno

Gli artigiani sono coloro che hanno resistito e si sono adattati nel miglior modo possibile ai vari terremoti da cui sono stati travolti: la rivoluzione industriale, la rivoluzione informatica e l’odierna rivoluzione digitale.
Oggi siamo circondati sempre da più nuove tecnologie, come gli smartphone e quei negozi virtuali chiamati e-commerce. Nonostante tutto l’artigianato resta un punto fermo della qualità delle produzioni Made in Italy e del design.

L’artista, l’artigiano è colui che non smette mai di dare una lezione di capacità inventiva, di adattamento, di problem solving, di voglia di rimettersi subito in gioco.
Perché oggi, più che mai, è necessario adattarsi, rinnovarsi e trovare soluzioni originali. Così come avevano fatto i più grandi artisti italiani del passato. Abbiamo la fortuna di essere in possesso della loro eredità e ne prenderemo spunto affinché anche l’artigianato sia un’ opportunità da sfruttare.

Ecco un elenco di idee, consigli e strumenti che possono fare al nostro caso.

    1. Canva. È lo strumento digitale gratuito per eccellenza per la creazione di loghi, brochures, proposte e grafiche social. Il sito mette a disposizione numerosi modelli per una facile realizzazione di una grafica attraente. Perché ricordiamo che la grafica è il primo punto di contatto tra noi e il cliente. Più risultiamo attraenti, più riusciamo a dimostrare al cliente la nostra affidabilità e la nostra cura nel creare le nostre decorazioni e oggetti fatto a mano.
    2. I Social. Nel mondo handamde i Social Networks svolgono un ruolo fondamentale nel creare una rete di contatto tra noi e il cliente. Più che analizzare l’importanza dei Social, in quanto sarà stata un’azione già effettuata diverse volte, è bene capire quanto sia importante selezionare quelli più adatti a noi.
      Ricordiamoci che avere tanti Social, e non poter curarli tutti, può essere uno svantaggio. Gli esperti, inoltre, consigliano la creazione di massimo 3 post a settimana per Social, differenziando le azioni da eseguire e quindi evitando un “copia e incolla” generale tra i vari canali che abbiamo a disposizione.
    3. Il design. Da sempre i più grandi artisti, anche nel mondo handmade, hanno capito l’importanza di rivoluzionare l’aspetto delle proprie realizzazioni.
      È proprio questo il momento in cui bisogna trovare un nuovo modo di approcciarsi ai nostri stili, ai nostri temi. Porsi come obiettivo quello di sostenere e promuovere una nuova generazione di artigiani sarà un fattore determinante nel trovare la forza e gli stimoli per poter affrontare un momento così difficile.

Se non lo abbiamo già fatto, iscriviamoci a Pinterest e troveremo un’infinita gamma di idee da cui prendere spunto per la realizzazione di: oggetti in legno, regali e decorazioni handmade, gioielli e non solo. Capiremo come fare oggetti in legno, come colorare questi oggetti in legno, come realizzare invece dei portaoggetti e tutte le oggettistiche varie.

Amore per il mestiere, sacrifici e consapevolezza di essere depositari di competenze che sarebbero altrimenti sparite. Per sempre.

Se ti è piaciuto questo articolo, forse possono interessarti anche gli altri. Vieni a dare uno sguardo alla nostra sezione blog e articoli. Clicca nel seguente link:

https://www.woodyart.it/handamde-le-novita/

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »